logo provincial geographic
sport e tempo libero
meteo
eventi
itinerari
arte e cultura
accoglienza
ecologia
scritta sport e tempo libero
meteo
eventi
itinerari
arte e cultura
accoglienza
ecologia

MuseoBurattini

Museo dei burattini- Parma 

Luogo: Musei Civici di San Paolo, via Melloni 3/a, Parma

APERTURA

Ott – Mar: tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 9.00 alle 17.00

Apr – Sett: tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 9.00 alle 19.00

Il Museo rimane chiuso il 25 dicembre e l’1 gennaio

Sito internet: www.castellodeiburattini.it

BIGLIETTI  Intero: 3 Euro

Ridotto: 2 Euro: ragazzi fino a 18 anni e adulti oltre i 65, soci Touring Club, soci Meridioni d'Europa, soci Viviparchi; possessori di Mr Map Parma, Family Card, Cultura Card; gruppi di almeno 10 persone, studenti universitari muniti di tesserino

Gratuito: disabili e loro accompagnatori, giornalisti, accompagnatori di gruppi di almeno 10 persone

Da non perdere: collezione di "maschere" parmigiane

Nasce dalla collezione di Giordano Ferrari, la più importante raccolta italiana riguardante il teatro d'animazione.

All'interno dei circa trecento metri quadri del museo è esposta una parte considerevole del materiale che il burattinaio parmigiano ha pazientemente raccolto in oltre sessant'anni di attività.
ll fondo è costituito non solo dal materiale che la Famiglia Ferrari ha prodotto e intagliato, ma soprattutto da pezzi di diversa provenienza, raccolti, acquistati o pervenuti in dono da altri artisti.
I circa 500 pezzi esposti sono solo una parte della collezione che, oltre agli attori di legno, comprende fotografie scenografie, copioni, volumi sul teatro ed un archivio cartaceo che è testimonianza importante del mondo dello spettacolo.
Alla già ricca e preziosa collezione, che comprende circa 1500 pezzi tra burattini, marionette, teste e oggetti di scena, 400 scenografie, manifesti, copioni e 400 volumi sul teatro di figura, si sono aggiunti tre ulteriori fondi. Il primo è quello costituito dal patrimonio di Franco Cristofori, donato al Museo dalla moglie e dai figli nella certezza di interpretare la volontà del giornalista scomparso, studioso di cultura popolare e grande collezionista. La consistenza del fondo è notevole, si tratta di oltre mille pezzi tra burattini, marionette, oggetti di scena, volumi, copioni manoscritti e scenari teatrali. Si aggiungono a questi, 134 buste di documenti, che offrono allo studioso preziosa testimonianza del mondo del teatro di figura.

Il secondo fondo è quello dell’ingegnere bresciano Amilcare Adamoli, burattinaio dilettante: il suo materiale comprende burattini, vestiti, copioni, “effetti speciali” (come la pipa per le fiammate), fondali e il teatrino completo che Adamoli stesso si era costruito.

Completano la collezione il fondo dei pupazzi televisivi del Gruppo 80, guidato da 20 anni da Kitti Perria e Enrico Valenti, ed il fondo che raccoglie alcuni copioni di Antonio Moroni, appartenuti alla famiglia di burattinai Zaffardi.

Il percorso espositivo si articola in due sezioni: quella dei burattini si apre coi materiali dei Ferrari, dei Campogalliani, dei Preti e procede secondo un criterio geografico che tiene conto delle principali tradizioni burattinesche italiane, chiudendosi coi burattini stranieri, contemporanei e con quelli prodotti industrialmente; la sezione delle marionette, invece, mette in luce le principali compagnie attive in Italia e quelle meglio rappresentate dalla collezione, con speciale riguardo per quelle che ebbero stretti rapporti coi Ferrari (Lupi, Colla, Concordia).

A seguito degli eventi sismici del 2012, la sala teatrale nel chiostro del Convento di S. Paolo è stata chiusa ed è stata riallestita nell'ultima sala museale, fatto che ha comportato una leggera riduzione dei materiali esposti. (testi: www.castellodeiburattini.it) 

 

torna-indietro

 

 

Il cavallo bardigiano

Il cavallo bardigiano

in Arte e Cultura - Bardi
Bardi costituisce l'area di origine della razza del cavallo bardigiano, il quale, oltre che nell'Appennino emiliano, è ormai conosciuto ed allevato anche nella provincia di Ravenna, in Toscana e nel Comense.Il mantello del cavallo bardigiano èbaio. Di… Leggi tutto

Il Castello dell'Elfo

in Arte e Cultura - Lesignano de' Bagni
Il Castello dell'Elfo rinasce nel suo splendore nella primavera del 2003 dopo circa 6 anni di ricerche e accurata ristrutturazione. La struttura medioevale a oggi e' l'unica memoria ancora visibile e visitabile in relazione al Castello Di Rivalta e in… Leggi tutto
montechiarugolo_castello_old

Montechiarugolo Home Page Arte e Cultura

in Arte e Cultura - Montechiarugolo
Sul territorio comunale sono state rinvenute tracce risalenti al periodo Paleolitico e Neolitico e nella frazione di Basilicanova, resti di "terremare" (villaggi di capanne costruite su palafitte). E' molto probabile che il primo nucleo del paese di… Leggi tutto
C

Birdwatching nel territorio di Calestano (Val Baganza)

in Arte e Cultura - Calestano
Sono almeno 80 le specie di uccelli che nidificano nel nostro comune, ma se ne vedono molte di più se vi aggiungiamo quelle di passaggio durante la migrazione e quelle che arrivano a svernare. Ci sono specie presenti regolarmente tutto l’anno, alcune che si… Leggi tutto
Salti del diavolo

I salti del Diavolo

in Arte e Cultura - Calestano
La dorsale dei Salti del Diavolo è parte di una formazione che si estende dal Monferrato all'Appennino Modenese che in Val Baganza affiora per circa 5 Km in direzione nord/nord ovest - sud/sud est quasi perpendicolare al corso del torrente, dalla località… Leggi tutto

Eventi

Link eventi Provincia di Parma

in Eventi
State cercando un'idea per trascorrere una serata o un fine settimana nel parmense?Mostre itineranti, concerti, sagre, fiere, manifestazioni... potrete cercare questo e tanto altro sfruttando un elenco, diviso per comuni, di link a “calendari eventi” presenti… Leggi tutto

youtube-provincial

La B15 - 2012

logo-b15

PROVINCIAL FINDER

Musei della Provincia

SistemaMuseale2

Musei di Parma (città)

banner-musei-parma-city