logo provincial geographic
sport e tempo libero
meteo
eventi
itinerari
arte e cultura
accoglienza
ecologia
scritta sport e tempo libero
meteo
eventi
itinerari
arte e cultura
accoglienza
ecologia

MuseoBorsari
Museo della profumeria Borsari - Parma

Luogo: Palazzina Borsari

via Trento, 30
Tel. 0521/771911
Ingresso
lu/ma/me/gi/ve h. 9-13 e 14.30-17.30.
Sa/do e festivi gruppi solo su prenotazione

Sito internet: www.accademiadelprofumo.it

Nella Palazzina storica della Borsari di Parma, nata nel 1870, è conservata la Collezione Borsari 1870.
Primo Museo Italiano della profumeria", una deliziosa e raffinata retrospettiva storica della famosa fragranza Violetta di Parma e dell’itinerario grafico di una azienda che ha attraversato il tempo e le mode.

 

L'immagine della violetta è indissolubilmente legata al nome di Maria Luigia, seconda moglie di Napoleone Bonaparte, Duchessa di Parma, Piacenza e Guastalla dal 1816 al 1847. Ancor prima del suo arrivo in Italia, Maria Luigia nel 1815 scriveva dal castello di Schönbrunn alla sua dama d’onore a Parigi: «Vi prego di farmi tenere qualche pianta di violetta di Parma con la istruzione scritta per piantarle e farle fiorire; io spero che esse germoglieranno bene, poiché io divengo una studiosa di botanica, e sarò contenta di coltivare ancora questo leggiadro piccolo fiore». E non appena arrivata a Parma si occupò personalmente della loro coltivazione, sia nell’Orto Botanico da lei voluto, sia nel giardino della residenza estiva di Colorno. Maria Luigia amò la viola anche come simbolo e come colore: in alcune lettere conservate al Museo Glauco Lombardi una viola dipinta sostituisce la sua firma e viola volle che fossero le divise dei suoi valletti, gli abiti dei cortigiani, i propri mantelli. Per lei si creò anche il costume della «violetera», destinato in un primo tempo solo alle cortigiane e diffusosi successivamente anche fra le donne del popolo.

A Maria Luigia e al suo amore per questo fiore si deve l’esistenza del profumo «Violetta di Parma»: fu lei ad incoraggiare e a sostenere le ricerche dei frati del Convento dell’Annunciata, che, dopo un lungo e paziente lavoro, riuscirono ad ottenere dalla violetta e dalle sue foglie un’essenza del tutto uguale a quella del fiore. I primi flaconi di Violetta di Parma, prodotti grazie alla abilità alchemica dei frati, erano unicamente destinati all’uso personale della Duchessa Maria Luigia. Fu da questi stessi frati che verso il 1870 Lodovico Borsari ebbe la formula segreta, sempre gelosamente custodita, per la preparazione di quel profumo e, con molto spirito di iniziativa, ebbe per primo la coraggiosa idea di farne una produzione da offrire ad un pubblico più vasto. In pochi anni quello che all’inizio era solo un piccolo laboratorio artigianale si trasformò in una industria, sempre più importante, capace di affermarsi su tutto il territorio nazionale e anche sul mercato estero con un’ampia gamma di prodotti.

Nel 1934, incoraggiata dai numerosi riconoscimenti ottenuti in importanti esposizioni internazionali, la Borsari di Parma inaugurò la nuova sede di via Trento, che tuttora occupa. Interessante esempio di architettura Déco l’edificio conserva al suo interno interessanti testimonianze della nascita e dell’evoluzione di questa industria, dei suoi prodotti, delle tecniche di lavorazione. Da più di un secolo, dunque, la Borsari di Parma continua a produrre la «Violetta di Parma», con lo stesso amore e la stessa cura dei primi frati, secondo la formula originale che si tramanda nel tempo: è un esempio di fedeltà a un prodotto e a un’immagine che hanno contribuito a rendere il nome di Parma famoso in tutto il mondo.

Violetta di Parma, Acqua Classica, Mughetti, Rosa Thea, Tuberosa, Cocktail di Flora Borsari ne ha custodito intatto nel tempo il profumo, il colore e la raffinatezza, simboli di una magica giovinezza che pareva perduta. Fedele alla tradizione, oggi come una volta, li ha racchiusi in flaconi, barattoli, scatole dalle etichette originali, suggestive e serene. Talco profumato, saponi, schiume e cristalli da bagno odorosi. Acque di colonia dai profumi che riecheggiano giardini felici. Una festa di colori, di aromi teneramente fioriti, divenuti simboli di seduzione per una collezione di fragranze. (testo: www.accademiadelprofumo.it)

 

 

torna-indietro

 

 

illustrazione-castello-bardi

Bardi Home Page Arte e Cultura

in Arte e Cultura - Bardi
Il borgo di Bardi si innalza sulla sommità di una dorsale incentrata su di un possente scoglio diasprigno occupato dalla rocca da cui si ammira un vastissimo panorama sulla valle del Ceno ed il crinale appenninico. Il borgo è caratterizzato da un impianto… Leggi tutto

Albareto Home Page Arte e Cultura

in Arte e Cultura - Albareto
La cittadina di Albareto, 2.200 abitanti, si trova immersa nelle bellezza incontaminata dell’Appennino Parmense, ricca di boschi, vegetazione, corsi d’acqua e servita da un funzionale crocevia di strade e collegamenti anche con le vicine regioni Liguria e… Leggi tutto
MuseoBocchi

Museo Amedeo Bocchi

in Musei di Parma (città)
Museo Amedeo Bocchi - Parma Luogo: Strada Cairoli (Palazzo Sanvitale) - 43121 PARMA tel: 0521 228289 Fax: 0521 386452 Aperto da martedì a domenica ore 10.30 - 13.00 Lunedì chiuso Sito internet: www.museobocchi.it Il museo dedicato al pittore parmigiano Amedeo… Leggi tutto
MuseoBodoniano

Museo Bodoniano

in Musei di Parma (città)
Museo Bodoniano - Parma Luogo: Palazzo Pilotta, 5 - 43100 Parma Spazio espositivo annesso alla Biblioteca Palatina InformazioniTel. 0521-220411 E-mail: mubodoni@unipr.itOrari di aperturalunedì - sabato ore 9.00 - 12.00IngressoGratuitoVisita solo su… Leggi tutto
Logo Comunità Montana delle Valli del Taro e del Ceno

Geolitologia del territorio di Calestano (Val Baganza)

in Arte e Cultura - Calestano
L’alta Val Baganza, a differenza dell’alta Val Parma non è mo­dellata nella roccia arenaria oli­gocenica stratificata in grosse bancate detta macigno, origina­ta da sedimenti di sabbie in fondali marini profondi (fino a 2000 m. circa) in un periodo compreso… Leggi tutto

Eventi

Link eventi Provincia di Parma

in Eventi
State cercando un'idea per trascorrere una serata o un fine settimana nel parmense?Mostre itineranti, concerti, sagre, fiere, manifestazioni... potrete cercare questo e tanto altro sfruttando un elenco, diviso per comuni, di link a “calendari eventi” presenti… Leggi tutto

youtube-provincial

La B15 - 2012

logo-b15

PROVINCIAL FINDER

Musei della Provincia

SistemaMuseale2

Musei di Parma (città)

banner-musei-parma-city