logo provincial geographic
sport e tempo libero
meteo
eventi
itinerari
arte e cultura
accoglienza
ecologia
scritta sport e tempo libero
meteo
eventi
itinerari
arte e cultura
accoglienza
ecologia

Complesso monastico di CaberraComplesso monastico di CaberraMargherita Antoniazzi nasce a Cantiga di Costageminiana, attualmente in Comune di Bardi, Diocesi di Piacenza, da poveri contadini, Carlo Antoniazzi e Bartolomea Merizzi, il 9 marzo 1502. Spinta da necessità familiari, rimasta orfana di padre in giovane età, diventa guardiana di pecore. Colpita dalla peste nel 1524, a causa della quale perde anche la madre, si ritira nella grotta della Rondinara, ove guarisce miracolosamente per intercessione di S. Rocco.

Divinamente ispirata, con l’aiuto della povera gente di montagna, ma anche con il contributo del ghibellino principe Agostino Landi, che la stima e ricorre frequentemente al suo consiglio, costruisce il convento e la chiesa dell’Annunziata, solennemente consacrata il 21 maggio 1533. Durante il corso della sua esistenza si dedica alla preghiera e ad un eroico esercizio della carità, accompagnati da fatti prodigiosi che attirano a Costageminiana innumerevoli fedeli, in un quotidiano pellegrinaggio, continuato anche dopo la sua morte, avvenuta il 21 maggio 1565.

La “Devota della Costa”, così é detta dalla gente la Antoniazzi, spende la sua esistenza per i poveri, gli ammalati, gli appestati, i diseredati. Fatta consapevole del grande dono della vita, attraverso i molti lutti, malattie e sofferenze a cui era stata soggetta, con illuminata preveggenza promuove una costante opera di assistenza in favore delle donne incinte, delle puerpere e dei neonati, allora facili vittime della mortalità infantile.

Devota Margherita AntoniazziDevota Margherita AntoniazziLa sua intuizione più geniale è la promozione della prima scuola gratuita della montagna, ma anche di tutta la diocesi piacentina, opera tanto più rimarchevole se si tiene conto che la Devota é illetterata e non ha mai frequentato gli ambienti più sensibili della città. Nel 1533 fonda per l’assistenza dei poveri una piccola congregazione religiosa che, in un modesto monastero sorto accanto alla chiesa dell’Annunziata da lei eretta a Caberra di Costageminiana, apre la scuola di alfabetizzazione e di catechismo ed assiste una schiera interminabile di poveri, che giornalmente sfila per 32 anni in cerca di aiuto e di conforto.

La sua fondazione é così ardita e previene i tempi a tal punto da non essere capita: le sue religiose, che avrebbero dovuto alternare alla preghiera l’esercizio della carità cristiana, nel 1599, ad opera del vescovo Claudio Rangoni e del principe Federico Landi, sono recluse nel nuovo convento di Compiano e ridotte alla stregua di un oscuro monastero di clausura. La causa della sua beatificazione, iniziata nel 1618 attraverso diverse fasi, non è ancora chiusa, anzi attende una ripresa definitiva. Ciò nonostante la Devota è venerata ed invocata tuttora dai fedeli e numerosi sono i casi di guarigioni e di fatti prodigiosi attribuiti alla sua intercessione.

 

 


Logo Comunità Montana delle Valli del Taro e del CenoDocumento pubblicato
grazie alla concessione
e alla collaborazione della
Comunità Montana
delle Valli del Taro e del Ceno
Illustrazioni di Paolo Sacchi
www.sakai.dk

MuseoParcoTaro

Museo del Parco del Taro

in Sistema Museale Parmense
Museo del Parco del Taro - Collecchio Luogo: Corte di Giarola, Pontescodogna - Collecchio (PR).Orario di apertura: domenica 15,00 - 18,00 (in periodo estivo 15,30 – 18,30). Chiuso luglio e agosto.Indirizzi, contatti e prenotazioni: tel. 0521.802688e-mail:… Leggi tutto
campanile-calestano

Arte nel territorio di Calestano (Val Baganza)

in Arte e Cultura - Calestano
CalestanoLa struttura urbanistica è di origine medievale. L’impianto primitivo, probabilmente incentrato su un edificio emergente ora scomparso, è in parte mascherato dal successivo sviluppo edilizio; l’asse principale del borgo correva in direzione… Leggi tutto
Salti del Diavolo

Calestano Home Page Arte e Cultura

in Arte e Cultura - Calestano
Calestano è un borgo di origine medievale situato sulle pendici dei monti sulla destra orografica del torrente Baganza, nell’omonima valle, parallela a quella del Parma. I recenti interventi di mantenimento e valorizzazione dei diversi edifici antichi che… Leggi tutto
Il pino silvestre - Pinus sylvestris

Il pino silvestre - Pinus sylvestris

in Arte e Cultura - Calestano
In provincia di Parma le formazioni spontanee di pino silvestre interessano circa 2000 ettari, 1300 dei quali ubicati in due settori circoscritti della Val Baganza: sulle pendici del monte Bosso e del monte Sporno.Questi popolamenti sono il residuo di vaste… Leggi tutto
MuseoArteCinese

Museo d'Arte Cinese ed Etnografico

in Musei di Parma (città)
Museo d'Arte Cinese ed Etnografico - Parma Luogo: V.le San Martino, 8 tel. (+39) 0521.257337 mail@museocineseparma.org sito: internet: www.museocineseparma.org dal Martedì al Sabato: 9:00-14:00; al pomeriggio fino alle 17 solo previa prenotazionechiuso… Leggi tutto

Eventi

Link eventi Provincia di Parma

in Eventi
State cercando un'idea per trascorrere una serata o un fine settimana nel parmense?Mostre itineranti, concerti, sagre, fiere, manifestazioni... potrete cercare questo e tanto altro sfruttando un elenco, diviso per comuni, di link a “calendari eventi” presenti… Leggi tutto

youtube-provincial

La B15 - 2012

logo-b15

PROVINCIAL FINDER

Musei della Provincia

SistemaMuseale2

Musei di Parma (città)

banner-musei-parma-city