logo provincial geographic
sport e tempo libero
meteo
eventi
itinerari
arte e cultura
accoglienza
ecologia
scritta sport e tempo libero
meteo
eventi
itinerari
arte e cultura
accoglienza
ecologia

Fondriest TFZero Super Light

fondriest-logo

tipologia: Bici Corsa - Pro Race

materiale telaio: carbonio fasciato

Le proprietà di questo telaio sono sorprendenti: straordinaria rigidità pari a 140 N/mm a fronte di un peso di appena 798 gr. I tubi in carbonio vengono lavorati e fasciati in Italia. Un procedimento che fornisce sia vantaggi meccanici sia la possibilità di creare modelli su misura, adatti a ogni struttura fisica. Sterzo differenziato da 1-1/8" superiore e 1-1/2" inferiore che attribuisce elevata rigidità torsionale. Forcellini del carro e della forcella in monolite con fibra di carbonio. Presenza di due intercambiabili sia sul lato destro che su quello sinistro, in lega di alluminio trattata che, fissati ai forcellini, supportano sia il cambio che la ruota. Assenza totale di viti che vincolano il fissaggio. I cavi integrati danno all'intero telaio una maggior aerodinamicità e compattezza. Il movimento a incastro presfit, senza calotte esterne, conferisce al telaio maggiore rigidità.


www.fondriestbici.com

 

Sponsor Test: SPORT-BIKE Noceto

percorso di prova: Noceto - S.Lucia - Neviano Rossi - Noceto

Oggi ho il privilegio di poter provare su strada questo gioiello tecnologico fornitomi da SPORT BIKE Noceto di Pietro Pesci: la specialissima TFZero Super Light di Fondriest. Sveglia di buon ora, quindi, anche perché la curiosità e l'impazienza mi impediscono di indugiare tra le coperte in questa uggiosissima Domenica di maggio. Colazione, borraccia e mantellina antipioggia e via che si parte da Noceto alla volta di Cella per iniziare questa prova.
La TFZero mi accoglie subito in sella con una comodità e una reattività alle prime pedalate veramente sorprendente tanto che mi ritrovo subito a “mulinellare” a 95 pedalate. Imbocco la strada per il “Gatto Gambarone” e subito mi innesto sulla strada per Cella che nonostante un cielo plumbeo che non promette niente di buono pullula di ciclisti.
I primi sorpassi mi inorgogliscono e sento alle mie spalle anche alcuni commenti sul mio “mezzo”. E' certo che la mia bici suscita tanta ammirazione quanta ne susciterebbe una Lamborghini!
Ma subito il mio pensiero va alla prima asperità di giornata: il “piccolo Stelvio”, tornanti e contro-tornanti che si susseguono fino a località Cà Rossa. Sono già entrato in confidenza con la mia “TF” tanto che gli confido che le gambe non sono proprio come le vorrei vista anche la temperatura, ma alla Fondriest devono aver messo qualche “sensore neurale” in questo meraviglioso telaio da 798 grammi, tanto che la bici (6,8Kg complessivi!) sembra ascoltarmi e mi aiuta dandomi una sensazione di leggerezza in salita impareggiabile. Come nella canzone di Popoff che “...sbuffa, sbuffa e dopo un po'...” mi ritrovo allo scollinamento di Santa Lucia in un baleno. Di già? Impressionante, il piccolo Stelvio mi è sembrato più corto del solito!
Allora giù 53-12 verso Case Caselli, e penso subito alla raccomandazione di Pietro: “attento nei rilanci in curva perchè è un po' morbida dietro!”. Sarà, ma a me sembra di avere una Katana di Hattori Hanzo tra le gambe, tanto che basta spostare il pensiero da destra a sinistra e viceversa per imporre alla TFZero traiettorie impeccabili e precisissime. Da qui a sentirsi onnipotente il passo è breve: infatti piombo su Sant'Andrea Bagni come un caccia F-18 in assetto da combattimento. Breve sosta in piazza per rifornimento idrico e una locandina di una serata del Dj Frambo affissa sopra la fontana mi suggerisce l'aggettivo che durante la discesa cercavo per definire questa bici: “Divina”.
Il menu a questo punto prevederebbe il rientro dai tornanti che portano a Miano, ma questa Fondriest mi diverte troppo, e anche se le previsioni meteo danno pioggia dalla mattinata, decido di puntare verso Fornovo anche perché di pioggia sin qui ancora niente. Bene, mi fumo via l'odiatissimo tratto di fondovalle e attraverso Fornovo alla volta di Respiccio e qui, purtroppo, la pioggia arriva e tanta. Inizio la salita di Neviano Rossi sotto il diluvio ma la TF Zero sembra volermi ulteriormente incoraggiare a spingere sui pedali tanto che la sensazione di bagnato sparisce per lasciare posto ad una ulteriore soddisfazione di giornata.
Anche la discesa verso San Vitale Baganza, tecnica e sconnessa, anche se inasprita dal bagnato con questa specialissima la affronto in sicurezza, anche perché i freni del Dura-Ace mordono e rispondono in maniera egregia. La discesa finisce in un attimo e ora è davvero ora di rientrare verso Noceto, ma mi faccio una ulteriore deviazione nei Boschi di Carrega e passo dal Centro Parco per buttare la mia Fondriest giù anche dalla discesa di Talignano...una goduria!
La pioggia non è più un problema, la soddisfazione è tale che non sento più nulla: solo il fruscio dei cerchi Mavic R-Sys SL che rotolano in avanti che è una bellezza. Ormai sono arrivato alla base e il morale è molto alto un po' per le emozioni che la Fondriest TF Zero Light mi ha regalato e un po' per quello che mi aspetta. Un corroborante piatto di cappelletti in brodo di cappone con il più classico degli abbinamenti: un bel lambrusco scuro, anzi nò penso che opterò per un meno tradizionale ma ben più blasonato Jaques Picard “Art de Vigne” Millesime 2003. L'occasione è speciale e va celebrata.

Tanta salute a tutti.

Filippo Franci
Provincial Geographic - Parma

 

Seminario

Seminario Bedonia

in Sistema Museale Parmense
Seminario - Bedonia Luogo: via don Raffi, 30 - Bedonia (PR).Orario di apertura: luglio e agosto tutti i giorni tranne il lunedì dalle 10,00 - 12,00 e 15,00 - 18,00. Nel resto dell’anno visite su prenotazione.Indirizzi, contatti e prenotazioni: tel.… Leggi tutto

Il Castello dell'Elfo

in Arte e Cultura - Lesignano de' Bagni
Il Castello dell'Elfo rinasce nel suo splendore nella primavera del 2003 dopo circa 6 anni di ricerche e accurata ristrutturazione. La struttura medioevale a oggi e' l'unica memoria ancora visibile e visitabile in relazione al Castello Di Rivalta e in… Leggi tutto
MonumentoEmigrante

Museo dell'emigrante

in Sistema Museale Parmense
Monumento dell emigrante -Tarsogno Luogo: Via Noberini, 1 - Tarsogno (PR).Orario di apertura: giugno, luglio, settembre: 9,00 - 12,30 e 15,30 -19,00 sabato, domenica e festivi. Agosto: 9,00 - 12,30 e 15,30 - 19,00tutti i giorni.Indirizzi, contatti e… Leggi tutto
nocino

Origini del "nocino" fra storia e leggende

in Arte e Cultura - Noceto
Il nocino è un infuso di noci acerbe, raccolte, secondo la miglior tradizione, nei giorni vicini alla festa di San Giovanni, il 23 giugno, messe in infusione in alcol con aggiunta di zucchero e, in piccole quantità, di aromi quali cannella, chiodi di… Leggi tutto
barboj

I Barboj di Rivalta

in Arte e Cultura - Lesignano de' Bagni
Il paese di Rivalta si adagia a 357 m.s.l.m. sullo sperone che emerge dal rio Madolo e dal Masdone; quest’ultimo è il torrentello che si forma a nord-ovest di Mulazzano e sfocia, dopo undici km, nel Termina.Da Lesignano una strada di quattro chilometri,… Leggi tutto

Eventi

Link eventi Provincia di Parma

in Eventi
State cercando un'idea per trascorrere una serata o un fine settimana nel parmense?Mostre itineranti, concerti, sagre, fiere, manifestazioni... potrete cercare questo e tanto altro sfruttando un elenco, diviso per comuni, di link a “calendari eventi” presenti… Leggi tutto

youtube-provincial

La B15 - 2012

logo-b15

PROVINCIAL FINDER

Musei della Provincia

SistemaMuseale2

Musei di Parma (città)

banner-musei-parma-city