logo provincial geographic
sport e tempo libero
meteo
eventi
itinerari
arte e cultura
accoglienza
ecologia
scritta sport e tempo libero
meteo
eventi
itinerari
arte e cultura
accoglienza
ecologia

INFO Percorso SIC-ZPS Corchia

La lunghezza di questo bel tracciato risulta essere poco meno di 10km ed il dislivello attivo pari a 589 mt (pendenza media del 12% circa).
Le uniche leggere difficoltà sono legate all'aclivio di alcuni brevissimi tratti, ma per lo più questo giro si presenta come una divertente escursione tra boschi, miniere e vecchie mulattiere utilizzate un tempo dai minatori che percorrevano questa antica zona estrattiva.
La partenza è posta dal parcheggio all'inizio dell'abitato di Corchia. Abbandonata l'auto si sale attraversando l'antico borgo lungo il tracciato ben segnalato nominato “sentiero delle miniere”.
Tale tracciato, lungo circa 2-3km, ripercorre attraverso 5 punti tappa ben attrezzati (anche per pic-nic in mezzo al bosco), uno dei diversi percorsi minerari presenti nella zona.
Questo percorso porta sino all'ingresso di nera roccia ofiolitica della “Miniera pietra del fuoco”, posta a circa 930mt/slm.
Qui, l'ultima e ben congeniata area attrezzata ed un rio d'acqua limpida, accolgono l'escursionista tra una folta e fresca faggeta.
Tornando indietro sul sentiero per circa 200mt, è possibile (oltre al ritorno immediato a Corchia) svoltare a destra prendendo il sentiero CAI 833 (segnalato dai segni bianchi e rossi posti su alberi e rocce) per raggiungere attraverso un bellissimo sentiero che buca il bosco sino al valico di Calà (1078mt).
A questo punto, pur potendo allungare di qualche kilometro il tragitto continuando sull'833 sin quasi a Belforte o prendendo il sentiero 837 per Lozzola, il tracciato continua verso San Bernardo (833a) attraverso qualche sali-scendi, ma prevalentemente in discesa e sempre su una bella e comoda strada sterrata forestale.
Giunti appena dopo il 6° kilometro (a quota 933mt circa), è possibile un'avventurosa deviazione lungo una strada forestale taglia-fuoco che porta direttamente al sito denominato laghetti; il percorso è meravigliosamente affogato nel verde (per lo più pineta), ma l'inconveniente principale si rivela la segnaletica che risulta inesistente.
Anche se il tragitto risulta abbastanza intuitivo per gran parte del tratto, se ne sconsiglia la percorrenza a persone poco pratiche di cartografia ed orientamento.
Proseguendo invece, si giunge (in discesa) all'abitato di Fagiolo, dove l'asfalto prende momentaneamente il posto della strada sterrata, infatti dopo poco (meno di un kilometro), in prossimità di un altro gruppo di case e in corrispondenza di una fontana con rubinetto e vasca (alla vostra sinistra), sulla vostra destra potrete scorgere una carrareccia in discesa che vi porterà sino “ai laghetti” e poi a Corchia. La strada sbuca nei pressi della chiesa e alla spalle della pizzeria/bar di Corchia.
Per la cronaca, in questa pizzeria è possibile gustare una buonissima pizza cotta sui testi, Il locale è semplice ma accogliente.
Le signore del locale sono gentili e sanno consigliare molto bene.
Il consiglio è quello di prenotare poiché, data la bontà di questo prodotto, i posti sono spesso tutti occupati (tel. 0525/61814).
Un'altro posto dove potrete sedervi e mangiare bene ad un prezzo giusto è il ristorante “Manubiola” a Bergotto, qualche kilometro prima di Corchia (0525/64511).
Qui, Didier ed il suo staff vi accoglieranno con piatti della tradizione a base di cinghiale e funghi porcini (il paradisodell'amante del fungo).
Fermatevi anche prima dell'escursione per un caffè, ma ciò che consigliamo è di farvi preparare i loro panini col prosciutto crudo (buonissimi!!!) ed il pane di montagna fresco anche la domenica.

Approfondimento


torna-indietro

fornovo

Fornovo, 6 luglio 1495

in Arte e Cultura - Fornovo
"Appressandosi dunque Venetiani, Francesi furono i primi, che scaricarono l'artigliere nelle squadre de gl'inimici; le quali fecero più spavento e travaglio de gl'ordini, specialmente ai soldati nuovi, che danno Venetiani allhora, con incredibile desiderio di… Leggi tutto
Chiesa di San Domenico

Chiesa di San Domenico

in Arte e Cultura - Borgo Val di Taro
Navata centrale della Chiesa di San DomenicoI lavori di costruzione della chiesa e dell’annesso convento di San Domenico vennero ultimati nel 1498. Il convento venne soppresso nel 1805 in seguito alle leggi napoleoniche. Nel 1674 la chiesa subì profonde… Leggi tutto
MuseoVerdi

Museo Giuseppe Verdi

in Sistema Museale Parmense
Museo Giuseppe Verdi - Busseto Luogo: via Ziliani, 1 - Busseto (PR).Orari di apertura: invernale 10,00 - 18,00; estivo 10,00 - 18,30. Lunedì chiuso.Indirizzi, contatti e prenotazioni: tel. 0524.931002e-mail info@museogiuseppeverdi.itSito Internet:… Leggi tutto
CSAC

CSAC - Centro Studi e Archivio della Comunicazione

in Musei di Parma (città)
CSAC - Parma Luogo: Abbazia di Valserena viazza di paradigna, 143122 Parma (PR)tel +39 0521033652fax +39 0521347007 Orario uffici: lunedì e venerdì dalle 8.00 alle 14.00, da martedì a giovedì dalle 8.00 alle 18.00; chiuso sabato e domenica.Orario per la… Leggi tutto
MuseoCariparma

Museo Fondazione Cariparma

in Musei di Parma (città)
Museo Fondazione Cariparma - Parma Luogo: Palazzo Bossi Bocchi - Strada al Ponte Caprazzucca, 4 Telefono: 0521/289944 Giorni di apertura: Martedi, Mercoledi, Giovedi, Venerdi, Sabato, Domenica Centralino: 0521-532111Fax: 0521-289761E-mail:… Leggi tutto

Eventi

Link eventi Provincia di Parma

in Eventi
State cercando un'idea per trascorrere una serata o un fine settimana nel parmense?Mostre itineranti, concerti, sagre, fiere, manifestazioni... potrete cercare questo e tanto altro sfruttando un elenco, diviso per comuni, di link a “calendari eventi” presenti… Leggi tutto

youtube-provincial

La B15 - 2012

logo-b15

PROVINCIAL FINDER

Musei della Provincia

SistemaMuseale2

Musei di Parma (città)

banner-musei-parma-city