logo provincial geographic
sport e tempo libero
meteo
eventi
itinerari
arte e cultura
accoglienza
ecologia
scritta sport e tempo libero
meteo
eventi
itinerari
arte e cultura
accoglienza
ecologia

Comune di


FORNOVO
DI TARO


Altitudine: 158 m s.l.m.
Superficie: 57,65 km²
Abitanti: 6.294 (31-12-2010)
Densità: 109.2 ab./km²
Cod.Postale: 43045
Prefisso: 0525
Nome Abitanti: fornovesi
Patrono: Maria SS Assunta
Giorno Festivo: 15 Agosto
Sito Istituzionale: www.comune.fornovo-di-taro.pr.it

Etimologia

Potrebbe derivare dal latino forum novum, ossia mercato nuovo. La specifica fa riferimento alla vicinanza del luogo al fiume Taro.

Araldica

fornovo-di-taro-stemma

Castello turrito su fiume con aquila coronata e con le lettere F e N (Forum Novum) ai lati delle due torri e su campo rosso. Ornamenti esteriori da Comune con foglie di alloro a sinistra e di quercia a destra, sormontato da corona
Gonfalone:
Drappo di azzurro, riccamente ornato da ricami d'oro e caricato dallo stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in oro: Comune di Fornovo di Taro. I cordoni sono in oro. Cravatta con nastri tricolorati dei colori nazionali, frangiati d'oro. (18)

Un itinerario europeo

Cartina via francigena

L’unità dell’Europa trova le sue radici nel Medioevo e nell’unità dell’Europa cristiana, di cui ci parla Rodolfo il Glabro nelle sue Cronache:”...in quel tempo infieriva sugli uomini un terribile flagello: un fuoco nascosto che, quando prendeva un arto, lo consumava e lo staccava dal corpo. ...Una fame rabbiosa spinse gli uomini a divorare carne umana. Viandanti venivano assaliti... e poi tagliati a pezzi, cotti al fuoco e divorati. ...”
In questa Europa finisce per essere l’unica speranza la fede.  Per inseguirla i pellegrini percorrono quel reticolo di strade che porta a Santiago di Compostela in Spagna, a Roma e Gerusalemme, i luoghi sacri per eccellenza. A Santiago si venera il corpo dell’apostolo Giacomo, Roma è il centro della cristianità, dove era stata fondata la Chiesa, con le tombe di Pietro e Paolo, Gerusalemme custodisce il sepolcro di Cristo.
All’interno di questo complesso e articolato sistema viario,  la Via Francigena è uno dei più importanti tracciati nel collegamento tra il nord dell’Europa e Roma. Esisteva già in epoca romana, ma assunse grande importanza durante la dominazione longobarda (VI-VIII sec.), quando chiese e monasteri vengono delegati alla gestione del territorio. Attraverso questo percorso, infatti, che era allora chiamato Via di Monte Bardone, si metteva in comunicazione il regno longobardo di Pavia con i Ducati longobardi meridionali, aggirando le zone controllate dai Bizantini. Dopo la Riforma di Gregorio VII (1073), le chiese diventano anche strumenti di narrazione per proporre una nuova religiosità, che rinsalda l’ortodossia cattolica contro le eresie e insieme vuole affermare la supremazia della Chiesa sull’Impero.
Sulla Via Francigena, costellata di ospizi, cioè di luoghi per il cambio degli animali e per permettere al pellegrino di rifocillarsi e di riposare, si incontra una varia umanità: pellegrini per fede, per penitenza, viaggiatori, mercanti. L’ideale ricostruzione del tracciato è possibile grazie alle loro memorie di viaggio. Sigerico, ad esempio,  Vescovo di Canterbury, annotò, durante il suo ritorno da Roma (990), tutte le possibili soste  fino alla Manica.    
Nel Duecento, con lo sviluppo di nuovi traffici commerciali, iniziò il declino per questo percorso, che non fu mai, però, del tutto abbandonato.


Logo Comunità Montana delle Valli del Taro e del CenoDocumento pubblicato
grazie alla concessione
e alla collaborazione della
Comunità Montana
delle Valli del Taro e del Ceno
Illustrazione di Paolo Sacchi
www.sakai.dk

Vai alla Home Page Arte e Cultura Fornovo di Taro

Un itinerario europeo

Cartina via francigena
L’unità dell’Europa trova le sue radici nel Medioevo e nell’unità dell’Europa cristiana,…
Leggi tutto

La Riserva naturale orientata di Monte Prinzera

Riserva Monte Prinzera
La Riserva naturale orientata Monte Prinzera, posta nella media valle del Taro, è la sola…
Leggi tutto

Breve viaggio nella storia

resti-ponte-fornovo
Resti dell'antico ponte Del territorio del Comune di Fornovo esistono molte tracce che ne…
Leggi tutto

Fornovo, 6 luglio 1495

fornovo
"Appressandosi dunque Venetiani, Francesi furono i primi, che scaricarono l'artigliere…
Leggi tutto

L’ambiente naturale

Codibugnolo
CodibugnoloIl territorio del Comune (ha 5.765) è limitato a nord ovest dal corso del…
Leggi tutto

Fornovo e frazioni

La Pieve di Fornovo
La Pieve di Fornovo FORNOVO“... Questo loco è una piccola villa di sei o sette casette…
Leggi tutto